Crea sito

Echo Show 10, gli schermi smart di Amazon si trasformano in robot


Ascolta, parla, riproduce musica e video, permette di videochiamare amici e parenti, ruota lo schermo seguendoti con il suo sguardo mentre ti muovi per la stanza. Avesse le ruote lo Show 10 di Amazon, l’ultimo schermo smart della famiglia Echo, potrebbe forse fare la concorrenza ai robot della Boston Dynamics. O quantomeno ne rappresenterebbe la versione a basso prezzo, di certo limitata, ma almeno di una qualche utilità.

E’ un display tattile da 10 pollici, con una risoluzione hd non da primato identica quella dell’Echo Show 8, con una videocamera da 13 megapixel, microfono e un sistema di altoparlanti dotato di due tweeter per alti e medi e un woofer per i bassi che si adattano all’ambiente circostante come accadeva già sull’Echo Studio. Risultato: suona splendidamente. Non tanto per la quantità di dettagli, che non è poi alta quanto sui Sonos, ma per la capacità straordinaria di spargere la musica nella stanza con immancabile effetto sorpresa in chi ascolta.

Al di là dei miracoli degli algoritmi in fatto di riproduzione musicale, la particolarità dello Show 10 di ultima generazione sta nello schermo rotante a 360 gradi. La nuova telecamera grandangolare da 13 megapixel regola l’inquadratura per mantenere sempre il soggetto in primo piano e al centro dell’immagine usando tanto il motore interno quanto il sistema di messa a fuoco. E funziona tutto abbastanza bene anche se la risposta, specie per l’autofocus, non sempre è fulminante. Ogni tanto, vai a capire perché, lo Show 10 si volta dalla parte sbagliata. Nel nostro caso ad un tratto si è messo ostinatamente a guardare dalla finestra godendosi la vista sui tetti di Roma.

Supporta anche le chiamate di gruppo a patto che la persona o le persone che vogliamo contattare abbiano l’app Alexa, nome dell’assistente virtuale di Amazon. Le comunicazioni sono di buona qualità, sia riguardo l’audio sia per il video. A puntare tutto su questa funzione delle videochiamate, il parlare con la nonna per farle vedere i nipotini o il chiacchierare con un amico mentre si cucina o ancora il partecipare ad una video riunione potendo proseguire il lavoro sul pc, sono stati i Portal di Facebook, schermi smart lanciati a partire dal 2019 che ora Amazon ha in qualche modo imitato.

In fatto di intrattenimento si va dai film e serie tv su Prime Video a quelli di Netflix. Manca, al solito, la compatibilità con il servizio streaming musicale Tidal, fra i pochissimi ad alta risoluzione, mentre c’è quella con Spotify e ovviamente Amazon Music. Si possono poi visualizzare gli appuntamenti programmati in agenda, controllare gli aggiornamenti meteo e personalizzare la lista della spesa organizzando la propria giornata con Alexa. Siamo però lontani dai livelli dei Nest Hub di Google, che sono integrati ai servizi del motore di ricerca comprese le mail, l’agenda o le informazioni sul traffico prese da Maps. Si può infine anche usare l’Echo Show 10 per controllare diversi prodotti compatibili per la “casa Intelligente”, come telecamere di sicurezza, luci, termostati, semplicemente tramite la voce.

Questo nuovo erede della famiglia Echo, che ha inaugurato la moda degli altoparlanti intelligenti a partire dal 2014 poi evoluti nella sottocategoria degli schermi smart, è però un dispositivo abbastanza ingombrante e perché possa ruotare liberamente lo schermo, deve essere posto in uno spazio libero. Benché sia comunque possibile posizionarlo vicino una parete o nei pressi di altri oggetti, la rotazione è regolabile e il sistema stesso quando incontra un ostacolo si ferma, in una stanza di dimensioni normali si fa notare. Il costo? Il più alto di tutta la famiglia Echo: 249,99 euro. Va però detto che lo Show 10 ha funzioni che nessun altro ha e prestazioni sonore che sono molto vicine a quelle dell’Echo Studio, fino a ieri il più caro di tutti.

 



Source link